Chocolate and Mascarpone Raviole

Those chocolate and mascarpone raviole inspired to the original recipe in the sisters Simili’s book “Pane e Roba Dolce” are crounchy outside with a creamy filling that melt in your mouth, making the perfect treat for winter week-ends.

In Italian here

edf

For the dough

½  kg white flour

200 g softened butter

160 g sugar

25 g milk

5 g honey

½ teaspoon of salt

12 g rising powder

2 eggs

For the filling

Chocolate spread

50 g mascarpone cheese

Melted butter for the glaze and powdered sugar for the finishing

edf

Directions

Form the flour, granulated sugar into a volcano-shaped mound, put the butter, eggs, milk and honey into the crater of the volcano and use a spatula to gently mix the ingredients into a dough. Knead it gently until smooth and supple, finally add the rising powder.

Roll the dough out into a thin sheet and then cut out 10 cm diameter circles. (

Spread the chocolate cream of each of your dough rounds, then place a teaspoon of mascarpone in the centre.

Fold each circle in half over the filling to form a half-moon shape, making sure that the edges line up, and press firmly with your fingers along the edges to seal.

Brush each raviola with the butter.

Bake at 180 C. until golden brown, about 30 minutes, then lightly dust with the powdered sugar. Serve at room temperature.

Enjoy!

Advertisements

Raviole alla crema di cioccolato e mascarpone

Raviole al cioccolato e mascarpone che si sciolgono in bocca, ispirate alla ricetta delle sorelle Simili nel libro “Pane e roba dolce”.  Una piccola consolazione nelle giornate di pioggia

(In English here)

edf

Cresciute in mezzo al profumo del pane, Margherita e Valeria Simili hanno ereditato dalla famiglia non solo la panetteria, ma anche la passione per la cucina casalinga tradizionale. Dopo aver gestito per anni con successo la loro scuola di cucina, adesso si dedicano a tenere corsi in altre scuole o in televisione. copertina similiIl loro “Pane e roba dolce un classico della tradizione italiana” è un libro meraviglioso perché propone ricette assolutamente sicure, basta seguire passo per passo le istruzioni delle due sorelle, ma anche ci introduce ai segreti di chi ha gestito per anni un negozio di panetteria: come modificare leggermente un impasto per farlo diventare qualcosa di diverso.

Quella che propongo oggi è la loro ricetta del ciambellone emiliano, più simile, per consistenza alla pastafrolla che al ciambellone della nonna a cui siamo abituati. Ci spiegano anche che con lo stesso impasto si possono fare diversi prodotti: la pinza, i biscotti e le raviole.

A partire dalla ricetta delle sorelle Simili ho creato delle raviole ripiene di crema di cioccolata e mascarpone. Il mascarpone mi è servito a mantenere morbida la crema di cioccolato che altrimenti nella cottura in forno diventerebbe secca e granulosa. Rispetto alla ricetta delle sorelle Simili ho dimezzato le dosi ed ho leggermente aumentato il burro perché per me è difficile trovare lo strutto.

edf

Per l’impasto

½  kg di farina

200 g di burro a temperatura ambiente

160 g di zucchero

25 g di latte

5 g di miele non amaro

½ cucchiaino di sale

1 bustina di lievito chimico

2 uova

Per il ripieno:

Crema di cioccolata

50 g di mascarpone

Burro fuso per spennellare

 

edf

Mettere tutti gli ingredienti eccetto il lievito nella planetaria ed impastare a velocità bassa con il gancio a foglia. Una volta pronto l’impasto, aggiungere il lievito ed impastare fino ad assorbimento completo.

Se non si possiede una planetaria, mettere la farina a fontana sulla spianatoia e nel centro della fontana mettere tutti gli ingredienti eccetto il lievito. Impastare utilizzando una spatola e non le mani, una volta che la farina avrà completamente assorbito tutti gli ingredienti, aggiungete il lievito e continuate a mescolare fino a completo assorbimento.

Stendete l’impasto ottenuto con un mattarello fino a quando sia alto circa 3 mm.

Con uno stampo rotondo ritagliate dei cerchi che spalmerete con crema di cioccolato facendo attenzione a lasciare libero circa ½ cm dal bordo.

Al centro della crema di cioccolata mettete un cucchiaino di mascarpone.

Piegate il cerchio in modo da formare un raviolo.

Spennellate con del burro fuso e cuocete in forno statico a 180 gradi per circa mezz’ora.

Servite a temperatura ambiente, spolverate di zucchero a velo.

Non mangiatele tutte in un giorno!

edf

edf

Bolognese Sauce (Eat, Pray, Love)

“Even the gelato in Bologna is better (and I feel somewhat disloyal saying that, but it’s true). The mushrooms here are like big thick sexy tongues, and the prosciutto drapes over pizzas like a fine lace veil draping over a fancy lady’s hat. And of course there is the Bolognese sauce, which laughs disdainfully at any other idea of a ragù.”  It is an excerpt from Elisabeth Gilbert “Eat, pray, love”. Who doesn’t know the book or haven’t seen the lovely film with Julia Roberts? Eating became such an intense, fulfilling experience… That’s the way I feel it… I have learned to prepare the ragù (or spaghetti sauce as my American friend call it –she was surprise visiting us in Italy “do you guys prepare your own spaghetti sauce?”) from my mom and she learned from my nana, it is not a secret recipe but pay attention to make it simmer for long hours… and enjoy!

P1080055

INGREDIENTS

100 gr. of non smoked bacon (or better, pancetta)

1 small onion (finely chopped)

1 stalk celery (finely chopped)

1 small carrot (finely chopped)

4  tbs olive oil

½ kg of lean mince meat

1 fresh sausage (better a salsiccia)

1 cup red wine

300 gr. of tomato sauce (the Italian style Passata)

Salt

P1080068

DIRECTIONS

  1. Put the olive oil in a medium over low heat.
  2. Add onion, celery, carrot and sauté it for a few minutes until onion is translucent.
  3. Add the bacon and sautee it until the fat became translucent.
  4. Add the sausage and sautee it until cooked.
  5. Add mince meat, and cook until meat loses red, raw color.
  6. Raise heat and add wine (is better if you had it warmed up to let the alcohol evaporate, alcohol can give to the meat an unwanted flower).
  7. Cook the sauce until wine is mostly evaporated.
  8. Add passata and bring heat to a boil.
  9. Once the mixture comes to a boil, return to simmer.
  10. Let sauce simmer (very slowly) covered for a minimum of 3 hours (the longer the better), stirring occasionally to prevent sticking.
  11. Use it to dress your pasta and do not forget abundant Parmigiano
  12. Remaining sauce may be frozen for up to two months for future use.

P1080064